Home / In evidenza / Nasce ‘Ancona Respect’: la scuola calcio per educare i ragazzi ai valori dell’accoglienza e all’integrazione sociale

Nasce ‘Ancona Respect’: la scuola calcio per educare i ragazzi ai valori dell’accoglienza e all’integrazione sociale

Dalla collaborazione tra l’associazione ”AssataShakur”, la polisportiva antirazzista nata nel 2001 con lo scopo di integrare le diverse etnie del territorio attraverso lo sport e  “Sosteniamolancona”, associazione di tifosi che partecipa al capitale sociale dell’ US ANCONA 1905 con 2 rappresentanti nel cda e da tempo impegnata al fianco della polisportiva, nasce ‘Ancona Respect’: la scuola calcio per educare i ragazzi ai valori dell’accoglienza e all’integrazione sociale.

Articolo tratto da Vivere Ancona del 10/09/2013

Amicizia, sport e rispetto. Sono queste le tre parole che campeggiano sopra il logo di “Ancona Respect” e che rappresentano la missione della nuova scuola calcio per i bambini e ragazzi della città, per vivere il gioco del calcio non solo come crescita agonistica ma anche come integrazione sociale e come scuola “civica”.

Da sempre infatti lo sport ha rappresentato un perno per la crescita e l’integrazione sociale, soprattutto a partire dai bambini e dai ragazzi che, attraverso il gioco, riescono a riconoscere i valori dell’amicizia, della solidarietà e dell’integrazione fra diverse etnie ed abilità. Il progetto nasce dall’associazione ”AssataShakur”, la polisportiva antirazzista nata nel 2001 con lo scopo di integrare le diverse etnie del territorio attraverso lo sport e da “Sosteniamolancona”, l’associazione sportiva costituita dai tifosi dorici, sempre sensibile a questo tipo di iniziative che coinvolgono gli aspetti sportivi e sociali. Nel dettaglio la scuola calcio per bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni, sia maschi che femmine, sarà strutturata attraverso istruttori/educatori e con figure formate sia negli aspetti tecnici del gioco del calcio sia in quelli psico-pedagogici, che si articoleranno negli impianti sportivi dei Salesiani, della Chiesa dei Cappuccini e del campo indoor di Monte d’Ago.

“Vogliamo con Ancona Respect favorire l’integrazione e la valorizzazione di ogni bambino sia nello sport che negli aspetti sociali – ha sottolineato Silvana Pazzagli, responsabile del progetto – Ancona è una città che accoglie diverse etnie che attraverso lo sport possono integrarsi e trovare un punto di sviluppo nel tessuto sociale. Infine il costo di 100 euro per tutta la stagione rappresenta una cifra accessibile proprio per favorire la più ampia partecipazione”. “E’ un’occasione storica perché come associazione di tifosi che rappresenta una forte valenza nel territorio, siamo orgogliosi di essere uno dei partner principali di questo progetto” ha dichiarato Miani, il presidente di Sosteniamolancona. “Avevamo chiamato il ministro Cécile Kyenge per inaugurare Ancona Respect – ha affermato Alessio Abram, della polisportiva AssataShakur – ma non può venire per impegni di Governo; il suo staff ci ha assicurato però la sua presenza nei primi giorni di novembre”.

All’incontro di presentazione numerose istituzioni che hanno voluto essere sensibili a questo progetto a partire dal Comune di Ancona attraverso gli assessori Guidotti (sport), Capogrossi (servizi sociali) e Marasca (cultura), il presidente della Federazione Gioco Calcio Cellini,, il presidente del CONI Fabio Sturani. Proprio quest’ultimo sostiene che “lo sport deve diventare uno strumento per ottenere quel diritto di cittadinanza che, a tutt’oggi, i ragazzi anche nati in territorio italiano ottengono solo a 18 anni. È molto interessante questo progetto che rappresenta la sfida per conquistare l’integrazione sociale fra diverse etnie e favorisce la pratica dello sport attraverso un costo contenuto, oggi che i dati risentono di una flessione perché le famiglie non riescono con la crisi a coprire le spese per le attività sportive dei ragazzi”.

Ritaglio tratto da: http://polisportivassatashakur.wordpress.com/

 

Ritaglio tratto da: http://polisportivassatashakur.wordpress.com/

About Stefano Pagnozzi

Stefano Pagnozzi
Stefano Pagnozzi è da anni impegnato nella raccolta di informazioni relative ai Supporters Trust in Italia e in Europa. E' il curatore del blog www.infoazionariatopopolarecalcio.blogspot.it e fa parte della redazione di Supporters In Campo.

Leave a Reply