Home / In evidenza / Finanze nel Calcio: Il modello tedesco visto dal calcio inglese

Finanze nel Calcio: Il modello tedesco visto dal calcio inglese

Borussia Dortmund yellow wall

La frase “50+1” e’ diventata molto in voga in questi tempi. E lo sarà per un bel po’ ancora.  Abbiamo chiesto all’esperto Dr John Beech, Honorary Research Fellow alla Coventry University, di spiegarci in dettaglio il fenomeno attuale del calcio tedesco.

Questo articolo e’ l’inizio di una serie, il secondo tratterà del calcio inglese, che si concluderà con una spiegazione di come il calcio inglese possa cambiare di modello finanziario, articolo scritto da parte di Mark Murphy di Two Hundred Percent’s . Come passare da un tipo di proprietà non sostenibile con un’alta dipendenza dai soldi privati e dai diritti televisivi e con alti livelli di debiti a un modello più sostenibile come quello che promuove SD. Alcuni club di proprietà dei tifosi come il  AFC Wimbledon, Portsmouth, Exeter, Wycombe, Wrexham sono emersi come esempi da seguire, mantenendo le loro capacità di competizione sportiva rispetto a prima del cambiamento, ma con una connessione maggiore con i tifosi, e capacità di visione sul lunghissimo tempo anziché guardare solamente al futuro prossimo.

Molti sapranno che la regola del “50+1” e’ una frase molto utilizzata per definire il modello Tedesco di governance , e più specificamente il modo in quale i club tedeschi sono gestiti. Per alcuni tifosi inglesi è diventato l’ideale e un modo per salvare il calcio inglese se venisse adottato.

La regola del 50+1 ha molti meriti, ma deve anche essere capita nel contesto tedesco. Non è necessariamente la medicina miracolo per il futuro del calcio inglese, così come non lo è neanche il modello “ proprietà dei tifosi” .

Il calcio inglese e’ stato professionale per gli ultimi 130 anni, ed è avvenuto un cambiamento nel tipo di governance nei club, passando dalla “proprietà dei tifosi” a proprietà private, controllate da  azionisti e gestito da un gruppo direttivo. La struttura della Football League, è cresciuta fino  a 4 divisioni professionali, con le prime cinque divisioni estese per tutta la nazione, con la regionalizzazione delle competizioni cominciando solamente a partire della sesta con la Conference North e la Conference South.

Il calcio Tedesco cominciò come quello inglese. Ma contrariamente al nostro, non ci fu questo cambiamento di governance. Non ci fu questa necessita’ di creare una lega sola, vista la taglia del territorio tedesco, che ancora adesso e’ due volte più grande che tutta la Gran-Bretagna. Solamente nel 1963 la Lega calcio fu creata per tutta la Germania, ma solo la Germania dell’ Ovest ovviamente.

Un altro deterrente per il cambiamento di governance era la cultura anti professionale del calcio Tedesco, che lo divento’ solo alla creazione delle lega. Solo la riunificazione della Germania nel 1990 mostrò la necessità di rivedere il modello di governance nel calcio nazionale in quanto le squadre dell’Est dovevano essere aggiunte a quelle dell’Ovest.

Fu in quel momento che il modello del 50+1 e’ stato confermato come il modello di base per tutti i club in Germania, tranne due : Bayer Leverkusen (essendo la Bayer la famosa marca di farmaci) e Wolfsburg (controllato dalla Volkswagen). Questo modello del 50+1 assicura che la maggioranza (al minimo) delle azioni del club sia in mano ai membri.

Ma la regola del 50+1 è una parte, certo molto significativa, ma minima di un sistema molto rigoroso di gestione delle licenze per i club.

Il sistema di gestione di licenze della Bundesliga è progettato per:

  •  Assicurare, prevedere ed eseguire le operazioni della lega per la stagione successiva ma anche sul lungo termine.
  •  Per aiutare a garantire stabilità ma anche l’efficacia e la competitività nelle competizioni nazionali e internazionali.
  •  Aumentare l’integrità, l’affidabilità e la credibilità delle competizioni
  •  Sostenere il management dei clubs
  •  Migliorare l’immagine della lega

Il modello di proprietà  50 + 1 è la base fondamentale con la quale la Bundesliga vuole raggiungere questi obiettivi.

Le caratteristiche del calcio tedesco, comparate a quelle del calcio inglese sono:

  • I club operano sempre in attivo, finanziariamente. L’insolvenza è sconosciuta;
  • Il doping finanziario non è un problema, e dunque la competitività del campionato e’ maggiore;
  • I biglietti sono meno cari;
  • L’affluenza è maggiore e gli stadi sono più grandi;
  • Il rapporto tra i salari dei giocatori e gli incassi del club è attorno al 40%;
  • I salari sono genericamente più bassi;
  • La connessione tra il calcio professionistico e il calcio dilettante è più forte;
  • Ci sono meno star internazionali;
  • La squadra nazionale tedesca è più competitiva di quella inglese;

Dunque, cosa non dovremmo amare di questo modello? Sicuramente, per I fans inglesi, il numero molto più basso di grandi star del calcio mondiale. Ma meno grandi giocatori internazionali potrebbe far la fortuna della nazionale inglese. Le classifiche non sono tutto, ma la Germania è seconda (1437 punti nel ranking mondiale), l’Inghilterra è quarta (1160 punti).

About Leonardo Daga

Leonardo Daga
Leonardo Daga è un tifoso del Toro, da anni attivo nella difesa dei diritti dei tifosi del Toro e ora collaboratore di Supporters In Campo.

Leave a Reply